Una Primavera sfortunata cade di misura a Roma. Ma quanti errori arbitrali…

roma fiorentina primavera

Un rigore generoso. Una mancata espulsione. Un altro rigore, stavolta a favore, non fischiato. Tutto questo nei primi quarantacinque minuti, dove la Fiorentina si era mostrata nettamente superiore alla Roma. Capace di sbloccare l’incontro in occasione del primo episodio citato, con Riccardi glaciale dal dischetto, dopo una decisione del signor Cudini di Fermo, vero uomo partita, che definire curiosa è riduttiva: fallo di Simonti su Bove o di Lovisa su Sdaigui? Chissà… Contatti non meritevoli di massima punizione, ma tant’è. I viola si rendono pericolosi con Lovisa (miracolo di Cardinali),…

Leggi tutto