Under 17

Allievi Nazionali, Fiorentina-Juventus 2-3: finisce presto il sogno tricolore dei Guidi boys

Al “Guidi” di Galluzzo va in scena la semifinale playoff tra Fiorentina e Juventus. Chi vince accede alla finale contro il Catania, che ha sconfitto il Palermo una settimana fa. Una novità di formazione per Federico Guidi, ma di grande importanza, visto che schiera dal primo minuto Gondo, quest’anno in pianta stabile con la formazione Primavera. Dall’altra parte Ivano Della Morte è privo di un paio di pedine importanti, vale a dire lo slovacco Varga e Moncini, entrambi out per problemi fisici; a sostituirli ci sono Sakor, anch’egli prestato dalla Primavera, e lo spagnolo Otin. Arbitro del match è Fabrizio Moretti di Foligno.
Juventus subito in forte pressione offensiva e decisa a sbloccare da subito la partita. La Fiorentina soffre la verve bianconera e dopo nove minuti va sotto. Errore sulla fascia destra di Posarelli, che consente a Donis di recuperare palla; il greco salta un paio di avversari, poi serve centralmente Clemenza, conclusione deviata e Bardini battuto. Doccia fredda per i viola, colpiti nei minuti iniziali e in apnea, perché i bianconeri tengono il pallino del gioco mantenendosi costantemente nella metà campo avversaria. Al 24′ i ragazzi di Della Morte raddoppiano. Calcio di punizione di Donis, traiettoria deviata dalla barriera e Bardini tagliato fuori. Fiorentina fin qui non pervenuta e che rischia seriamente il tracollo sul mancino alto di Vitale. Serve la scossa da parte degli uomini di maggiore qualità, come Gondo, che ad un passo dall’intervallo risponde presente. Su rimessa laterale di Zanon, infatti, l’attaccante ivoriano viene trattenuto vistosamente da Canizares in area: per l’arbitro è calcio di rigore. Sul dischetto va lo specialista Ansini che spiazza Audero e accorcia le distanze. Al rientro negli spogliatoi prestazione e risultato favorevole alla Juventus, ma Fiorentina in rimonta.
Nessuna sostituzione da parte degli allenatore e quindi gli stessi ventidue del primo tempo danno avvio alla ripresa. Subito Fiorentina pericolosa con la rovesciata di Di Curzio, bravo a coordinarsi a centro area, meno a dare potenza, quindi compito facile per Audero che para senza problemi. L’azione riparte e la Juventus colpisce. Vitale va via sulla fascia sinistra, per poi ricapitare la sfera al centro in favore di Clemenza, che controlla e con una girata mancina infila ancora una volta Bardini, incolpevole nella circostanza. Doppietta per il numero dieci bianconero. I viola accusano il colpo e non riescono a rendersi pericolosi, consentendo agli avversari una facile amministrazione del doppio vantaggio. Ci prova Gondo due volte, ma in entrambe le circostanze è impreciso. Serie di sostituzioni da ambo le parti, il ritmo si spezza e la Juventus non ha problemi a mantenere le redini del gioco e, di conseguenza, al sicuro il bottino acquisito. Nei cinque minuti di recupero si riaccende la speranza gigliata. Calcio d’angolo dalla sinistra, Gigli svetta in mischia e insacca di testa. Il cronometro, però, è favorevole alla Juventus, che nel restante minuto di gioco si limita a gestire, non consentendo ai viola di provare l’incredibile rimonta. Al triplice fischio festeggiano i bianconeri di Della Morte, che quindi accedono alla finale playoff contro il Catania; a Guidi e ai suoi ragazzi resta il grosso rammarico per aver sbagliato l’approccio mentale e aver compromesso nei minuti iniziali un match di grande importanza.

FIORENTINA-JUVENTUS 2-3
FIORENTINA (4-2-3-1): Bardini 5.5; Papini 5, Mancini 5.5, Gigli 6, Zanon 5.5; Berardi 5 (31′ st Pandolfi sv), Ansini 6; Posarelli 5 (19′ st Peralta sv), Gondo 6, Minelli 5 (28′ st Cacchiarelli sv); Di Curzio 5 (31′ st Tommasiello sv). Allenatore: Federico Guidi
JUVENTUS (4-3-1-2): Audero 5.5; Venturello 6, Canizares 5.5, Romagna 6.5, Degrassi 6; Roussos 6 (37′ st Antezza sv), Sakor 7.5, Vitale 6 (31′ st Benucci sv); Clemenza 7.5; Otin 6, Donis 7. Allenatore: Ivano Della Morte
ARBITRO: sig. Fabrizio Moretti di Foligno, assistenti Vinti di Perugia e Primieri di Foligno
RETI: 9′ pt Clemenza (J), 24′ Donis (J), 34′ Ansini rig. (F); 12′ st Clemenza (J), 44′ st Gigli (F)
NOTE: ammoniti Posarelli (F), Vitale (J), Gigli (F), Gondo (F); recuperi 0′ pt e 5′ st.

(1) Commento

  1. fiorenzo sacco dice:

    già durante il campionato gli allievi hanno balbettato. Non parliamo poi del torneo di Arco… Ho visto pochissime volte la squadra, per cui non saprei dire se c’è carenza di talenti o scarsa organizzazione. Forse entrambe le cose.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.