Chiesa sr: “Federico il mio erede? Sarei orgoglioso”

Ai microfoni di FirenzeViola.it Enrico Chiesa, allenatore della Sampdoria Primavera, ha espresso tutta la propria soddisfazione per il gol del figlio Federico nel match di ieri pomeriggio contro lo Spezia al torneo di Viareggio (LEGGI). Ecco le sue parole:
Chiesa, ha già sentito suo figlio dopo il gol di oggi?
“Sì, mi ha chiamato subito dopo la partita. Era entusiasta per la rete, ma soprattutto per l’importantissima vittoria della squadra. Purtroppo non l’ho potuto vedere in televisione perché ero impegnato, ma sono davvero felice per lui. E’ stata una soddisfazione pienamente meritata, ancora di più per il fatto che sia riuscito ad andare a segno pur non essendo partito nella formazione titolare. Il successo di oggi è un grande traguardo sia per lui che per i suoi compagni, che contro l’Hellas avranno alte possibilità di ripetersi”. 
Il processo di crescita di Federico continua: le piacerebbe vederlo esultare un domani sotto la “Fiesole”, magari con quella storica maglia numero 20 che apparteneva al padre?
“Sarei davvero orgoglioso di avere in lui il mio erede e, allo stesso tempo, vestire la maglia della prima squadra viola sarebbe una gioia immensa per Federico, che ormai è diventato a tutti gli effetti un fiorentino doc. E’ uno dei rappresentanti della vecchia guardia, dato che la Fiorentina lo acquistò quando aveva solamente 9 anni. Adesso che ne ha 17 a Firenze di tempo ne ha passato parecchio e in questa città si sente davvero a casa. Seguire le orme dei vari Babacar e Bernardeschi sarebbe il coronamento di un sogno per lui”.

Ti potrebbe interessare anche

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.