Distefano: “In area sono un opportunista. La fiducia della società ci carica”

Filippo Distefano, attaccante della Fiorentina Primavera, ha parlato a Radio Toscana:

Era importante ripartire bene dopo lo stop di tre mesi. Con il Genoa avevamo fatto una buona gara, dispiace non essere riusciti a fare risultato, anche se personalmente sono molto contento di aver segnato il mio primo gol in Primavera. Poi ci siamo rifatti subito vincendo contro l’Inter, non era facile, è stata una grande soddisfazione sia per noi che per il presidente Commisso.

Gol all’ultimo minuto contro l’Inter? Non mi aspettavo di segnare il gol vittoria così, all’ultimo minuto, è stato davvero un sogno. Quando ho fatto gol mi sono girato e ho visto il mister e tutti i compagni che mi stavano abbracciando, una soddisfazione immensa! Anche perché sono arrivato a Firenze che avevo 14 anni, ero molto giovane ed essere qua anche in Primavera per me è un grande orgoglio.

Che tipo di attaccante sono? Astuto. Non sono un centravanti di sfondamento, mi inserisco quando c’è una palla buona, sfrutto le situazioni: la parola giusta è “opportunista”.

Il campionato Primavera sospeso da ottobre a gennaio? È stato un momento di grande sofferenza, perché un Primavera ha bisogno di esprimersi. In questo è stato molto bravo mister Aquilani cercando di farci pensare a divertirci in campo per essere pronti quando abbiamo ripreso a giocare. Adesso giochiamo praticamente ogni tre giorni, non è facile tenere questi ritmi nel campionato Primavera, ma credo che abbiamo una rosa forte per puntare sempre a vincere.

La presenza della società? Per esempio mercoledì al “Bozzi” per Fiorentina-Milan di Coppa Italia c’erano tutti, da Commisso a Prandelli. Si vede che c’è fiducia in noi, questa cosa ci dà carica, vogliamo regalare un’emozione a Commisso, anche perché non si vede tutti i giorni che un presidente venga a vedere la Primavera. Commisso mi ha fatto i complimenti dopo la partita con l’Inter, è venuto ad abbracciarmi. Ma il merito non è stato solo mio, anche di tutta la squadra: abbiamo fatto una grandissima partita.

Supercoppa Italiana con l’Atalanta? L’abbiamo dovuta preparare dopo tre mesi senza partite, giocandoci subito un trofeo. C’era il rischio di non approcciare la gara con la giusta concentrazione, anche in questo il mister è stato bravo nel non farci abbassare la guardia. Secondo me abbiamo fatto una grande prestazione anche se hanno vinto loro, ma ci riproveremo l’anno prossimo.

Quarti di finale di Coppa Italia contro la Juventus? La Juve sta facendo molto bene a livello giovanile, ma noi siamo campioni in carica e ci teniamo a mantenere la coppa a Firenze.

Giocatori più validi in Primavera? Ce ne sono tanti: sicuramente Fiorini, il nostro capitano Dutu che purtroppo in quest’ultimo periodo non è stato a disposizione, ma credo che siamo un gruppo ognuno con delle caratteristiche per poter diventare un giocatore”

SEGUICI SU INSTAGRAM!

Ti potrebbe interessare anche

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.