Prima Squadra

Fiorentina-Team Trentino, le pagelle dei giovani viola: brilla Chiesa, bene Baez

chiesa team trentino panetolikos celta vigo

La Fiorentina apre la nuova stagione con una goleada. I viola di Paulo Sousa hanno battuto per 10-1 il Team Trentino. Nel primo tempo doppiette di Rossi e Baez, con i centri di Diakhatè e Gilberto a chiudere la sestina viola. Nella ripresa doppietta di Zarate e reti di Chiesa e Ilicic. Per i locali (euro)gol della bandiera di Gorla. Ecco le pagelle degli under 23 impiegati da Sousa:

Luca LEZZERINI: titolare e in campo nel primo tempo, in apertura salva su un tentativo avversari, poi non può niente sul tiro imprendibile all’incrocio dei pali di Gorla. All’intervallo lascia il posto a Dragowski.
Bartlomiej DRAGOWSKI: inoperoso per quasi tutti i quarantacinque minuti giocati, poiché il Team Trentino non si affaccia quasi mai nella metà campo viola. Quasi perché da un tiro cross un po’ casuale deve metterci la manona per evitare il raddoppio trentino. Tranquillo nel bloccare la punizione centrale di Sella.

Gianluca MANCINI: schierato nell’insolito ruolo di mediano davanti alla difesa, si destreggia bene giocando molti palloni e tutti con precisione. Insieme ad Astori viene sorpreso da Gorla in contropiede per il gol della bandiera trentina. Sostituito all’intervallo da Schetino.
Luca ZANON: schierato terzino sinistro con licenza di offendere, si propone spesso e volentieri nella trequarti avversaria smistando molti cross in area, qualcuno molto insidioso e sfruttato anche dai compagni. All’intervallo cede il posto a Alonso.
Ricardo BAGADUR: nel secondo tempo affianca Tomovic al centro della difesa, rilevandosi determinante per liberare l’area dopo un’iniziativa avversaria un po’ casuale.
Kevin DIKS:
 rileva Gilberto a inizio ripresa, va spesso in sovrapposizione sulla corsia destra, ricevendo però poche volte il pallone. Ad ogni modo, mette in mostra grande corsa e un buon piede al cross.

Abdou Lahat DIAKHATÈ: gioca da interno destro nel centrocampo a tre, dando una buona presenza nelle trame viola. Mostra buoni tempi d’inserimento, arrivando più volte al tiro. In apertura manda alto da buona posizione, intorno al quarto d’ora conclude a lato, infine al 27′ cala il poker gigliato con un imperioso stacco aereo. Nella ripresa con un’altra inzuccata, stavolta in tuffo, lambisce il palo sfiorando il decimo gol viola. È uno dei pochi che giocano tutta la partita.
Andres SCHETINO: sostituisce Mancini davanti alla difesa e smista un buon numero di palloni, quasi sempre con precisione. Tenta una volta la conclusione, calciando però malamente alto.
Ianis HAGI: gioca il primo tempo da mezzala sinistra nel centrocampo a tre, un po’ “alla Borja Valero”. Buona personalità e anche buon piede, non a caso batte tutti i corner e colpisce anche una traversa con un mancino dal limite dell’area. Sostituito all’intervallo.

Federico CHIESA: insieme a Rossi è il migliore in campo in assoluto. Sousa lo schiera ala sinistra nel tridente d’attacco e lui risponde con una prova di grande personalità. La doppietta di Pepito è opera sua: sul primo gol serve all’italo-americano un grande assist, sul secondo conquista il rigore poi trasformato. Uno dei pochi a giocare tutta la partita, cerca con insistenza la conclusione per la gloria personale, riuscendoci nella ripresa su assist di Ilicic.
Jaime BAEZ: con Chiesa e Rossi completa il tridente nel primo tempo, restando in campo nella ripresa insieme a Zarate e ancora Chiesa. Esce piano piano, come un diesel, mettendo a referto il raddoppio gigliato su assist di Rossi. Concede il bis ancora su assist di Pepito. Nella ripresa sfiora in un paio di occasioni la tripletta. Anche lui in campo tutta la gara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.