giochi del mediterraneo
Viola in Nazionale

Giochi del Mediterraneo, medaglia d’argento per l’Italia di Ghidotti e Ferrarini

Medaglia d’argento per la Nazionale Under 18 ai Giochi del Mediterraneo. Gli Azzurrini non sono riusciti a piegare la Spagna che ha vinto 3-2, nonostante una prova orgogliosa, costretti a cedere in pieno recupero agli avversari che trovano il colpo di testa vincente con Ruiz Ortega, che fa tripletta e si prende la vetrina.

Davanti agli occhi del vicecommissario FIGC, Alessandro Costacurta, la partita è stata intensa, vera, senza tatticismi. Gli Azzurrini partono forte e passano in vantaggio al 6′, al termine di un’azione confezionata magistralmente da Merola, abile a trovare il varco giusto sulla sinistra, un perfetto assist per Rauti che realizza a porta vuota. La Spagna prova a riordinare le idee, sbatte contro la solida e organizzata intelaiatura azzurra, non trova spazi per esaltare le talentuose individualità offensive. Ma al 26’ Alonso sulla trequarti trova un delizioso corridoio per far viaggiare in profondità Ruiz Ortega, che scatta sul filo del fuorigioco e riesce a eludere l’uscita di Ghidotti, facendo 1-1.

Il secondo tempo si apre con due cartellini gialli e la sensazione che le piccole furie rosse siano cresciute di tono e convinzione. La conferma arriva con il 2-1 costruito sull’asse Morey-Ruiz Ortega: taglio del capitano-centravanti, tenuto in gioco da Ferrarini, con destro a incrociare che non lascia scampo a Ghidotti. Adesso gli azzurrini faticano a riordinare le idee, subiscono la rete del 3-1, annullata per fuorigioco, stentano a creare gioco.

Franceschini si gioca le carte Biancu e Babbi per rimodellare l’assetto offensivo e tentare di guastare la festa perfetta degli avversari. Ci riesce al tramonto dell’incontro – a 4 giri di lancetta dalla fine – grazie a un imperioso colpo di testa di Portanova che fa 2-2 sfruttando il calcio d’angolo calciato da Pompetti. In pieno recupero la beffa sull’asse Miranda-Ruiz Ortega che fa calare il sipario sul torneo e sui sogni azzurri. (figc.it)


LEGGI ANCHE

Seconde squadre, il retroscena: “Ci eravamo già arrivati, anche la Fiorentina d’accordo, poi…”

Cerofolini, spunta una pretendente in C