Esclusiva Under 13

Giovanissimi B verso il derby, Vannini (all. Empoli): “Sarà una bella partita”

Si scrive partita, si legge big match. Il campionato Giovanissimi B Professionisti manda in scena nell’ultima giornata del girone di andata la sfida tra la prima e la seconda della classifica: Fiorentina–Empoli. Le due squadre sono divise in classifica da tre punti, 33 per i viola, 30 per gli azzurri. La squadra di Eddy Baggio è stata un rullo compressore con undici vittorie consecutive, mentre l’Empoli ha vinto dieci partite uscendo battuta in un’unica circostanza, ovvero contro il Prato. Due vere e proprie corazzate, che sono pronte a sfidarsi domenica prossima alle ore 11 al campo sportivo “Facchini” di Calenzano. Il tecnico dell’Empoli, Marco Vannini, al primo anno sulla panchina dell’Empoli presenta la sfida tra viola e azzurri.
Sarà la partita che decide il campionato?
No, sicuramente no. Sarà una bella partita tra due squadre che giocano un calcio di buon livello, dotate entrambe di ottime individualità tecniche, quindi sarà una partita tutta da gustare.
Un pregio e un difetto del tuo avversario ?
La squadra di Eddy Baggio ha sicuramente come pregio quella di essere molto compatta e forte in tutti i reparti, dotata di ottime individualità sia sotto il profilo tecnico che fisico. Difetto? Lo tengo per me.
Come giudichi il livello del campionato Giovanissimi B Professionisti?
Ormai è il terzo anno che ho l’opportunità e il piacere di fare questo campionato. Come sempre questa è una competizione molto affascinante e stimolante, nonostante la perdita di alcune compagini come ad esempio il Siena. Il campionato è di altissimo livello con partite combattute e mai scontate, con ottimi spunti tecnici.
Soddisfatto del rendimento del tuo Empoli?
Stiamo facendo bene, i ragazzi stanno crescendo da tutti i punti di vista e di questo siamo molto contenti, al di là di ogni vittoria di partite. Il nostro fine non è sicuramente quello di vincere, ma di cercare di far crescere giocatori in piena linea con la storia e la tradizione dell’Empoli.
Parliamo di singoli: quali sono i giocatori che ti hanno maggiormente impressionato nel girone di andata?
Secondo me è sempre sbagliato parlare di singoli soprattutto a questa età. Ad oggi tutte le squadre hanno due o tre individualità importanti, ma allo stesso tempo sono sicuro che nella seconda parte di campionato avremo l’opportunità di vederne tante altre.
Il derby di domenica come si deciderà?
Non è facile dirlo. Sono sicuro che sarà una bella partita, giocata da due ottime squadre che si affronteranno a viso aperto con ritmi alti e con molte belle giocate, sarà sicuramente una partita da vedere.
La tua richiesta più frequente al tuo gruppo?
Cerco di chiedere ad ogni singolo ragazzo di esprimersi al massimo dimostrando sempre il loro valore individuale, giocando con qualità ed intensità, senza paura di fare giocate importanti e di sbagliare.
Una sfida che promette spettacolo. Sarà interessante vedere al confronto le bocche di fuoco del campionato Lipari e Milito scontrarsi con le difese più munite, capitanate da Masi e Umalini. Sarà anche sfida dei frangiflutti a centrocampo. Poggesi e Cesaretti, così come il confronto del fosforo tra Sacchini e Marinai. Una partita a scacchi per i due allenatori Eddy Baggio da una parte e Marco Vannini dall’altra. Anche per loro, dichiarazioni a parte, non sarà una partita come tutte le altre.

in collaborazione con www.tvprato.it