Under 17

Iacobelli: “Grandi meriti alla squadra, Mlakar è un cane da tartufo”

Allievi Nazionali Iacobelli Fiorentina

Al termine di Fiorentina-Cesena 4-0 (RIVIVI IL LIVE DEL MATCH) ha parlato Agostino Iacobelli, tecnico degli Allievi Nazionali viola. Ecco le sue parole:

Oggi i meriti della vittoria vanno alla squadra. Ho sempre detto ai ragazzi che quando giochiamo con questa cattiveria agonistica, con questa intensità massimale vengono fuori i nostri valori, che sono tanti. Stiamo lavorando bene da venti giorni e si è visto. Non do demeriti al Cesena, ma bensì meriti ai miei ragazzi che hanno fatto una grande partita e stanno bene. Mlakar? Gli attaccanti come lui li chiamo ‘cani da tartufo’, hanno l’odore della porta. È un calciatore che sente la porta, sente dov’è il portiere, può toccare anche solo tre palloni e segnare tre gol, ha grande futuro.

Secondo me abbiamo sbagliato nel primo tempo. Sull’1-0 abbiamo buttato via troppi palloni, con un po’ di qualità in più potevamo andare in porta con delle triangolazioni. Nel primo tempo eravamo un po’ frenetici e pensavamo già al risultato: non deve essere così. La Lazio? Come era equilibrata questa partita lo sarà anche quella con i biancocelesti. È una squadra come la nostra, forse noi abbiamo un po’ di qualità in più, ma andiamo a giocare nel loro covo. Se abbiamo questa intensità e questa cattiveria sarà dura per tutti, però siamo al 50% e ce la giocheremo. Oggi il Perugia ha eliminato la Juventus, un risultato inaspettato, dimostra che nella gara unica può succedere di tutto.

Rispetto a inizio campionato ci sono sette mesi di lavoro con questi ragazzi. All’inizio avevamo confuso l’idea del giocare sempre palla da dietro con rilassatezza e essere presuntuosi. Avevamo capito male le direttive della società. Ora siamo migliorati, facciamo comunque possesso palla ma siamo più cinici, cattivi e determinati. Obiettivo scudetto? L’obiettivo è battere la Lazio. Ho sempre detto ai miei ragazzi che quando siamo determinati è dura per tutti, quindi prima dello scudetto dobbiamo battere la Lazio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.