Il Bologna passa a sorpresa al “Bozzi”: Primavera ko e sorpassata in classificata dalla Roma

Il Bologna approccia bene con un tentativo a lato di Valencia, poi solo Fiorentina, che sfiora il vantaggio con Marozzi (bella semirovesciata volante), Gori e Caso, trovando sempre Ravaglia ad impedirle il gol. Che arriva al 28′ con Diakhatè su calcio di rigore, fischiato per mani di Brignani in area.

Nella ripresa Fiorentina due volte vicina al bis con Gori, che prima manda fuori di pochissimo su punizione, poi vede parata da Ravaglia una bella girata in area. Il Bologna si riorganizza, prende coraggio e, dopo il tentativo respinto di Pattarello, pareggia con Brignani al 63′, che sugli sviluppi di un corner insacca con uno splendido tacco al volo.

La rete dà fiducia agli emiliani, che prima della mezz’ora vanno vicini al sorpasso con Kingsley e Rabbi: attento e decisivo Brancolini in tutte le occasione avversarie. Finale convulso, con l’arbitro che prima assegna una punizione a due in area viola inesistente (Brancolini blocca con le mani un retropassaggio involontario di Dutu) e poi indica il dischetto per fallo di Toure su Pattarello (che però controlla col braccio a inizio azione). Nell’occasione, espulso Pinto per proteste. Dagli undici metri Brignani firma la doppietta personale e il sorpasso rossoblu (91′).

Al fischio finale è 2-1 per il Bologna. La Fiorentina incappa nella quarta gara di fila senza vittorie (due punti conquistati), resta a 51 punti e scivola al quarto posto, sorpassata dalla Roma e con il Torino, quinto, a -2. Nell’ultima giornata servirà una vittoria per accedere ai playoff da testa di serie e quindi poter affrontare la gara di ritorno, ad oggi proprio contro i granata, in casa.

La formazione viola scesa in campo: Brancolini; Pierozzi E., Dutu, Pinto, Ranieri; Lakti, Valencic, Diakhatè; Caso (32′ st Longo), Gori (39′ st Toure), Marozzi (16′ st Meli). A disp.: Ghidotti, Ferrarini, Simonti, Zinfollino, Corigliano, Pierozzi N., Nannelli, Torricelli.


LEGGI ANCHE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.