Intrigo Ianis Hagi, parla il Viitorul: “La Fiorentina ha solo un’opzione”

Tra conferme, dubbi e smentite, il trasferimento di Ianis Hagi alla Fiorentina sta diventando un intrigo di mercato. Un’operazione che da certa sta diventando potenziale. Prima di procedere con le ultime novità, facciamo un breve riepilogo della vicenda. Nei primi mesi dello scorso anno dalla Romania arriva la notizia: Hagi jr è un nuovo giocatore viola, accordo chiuso per una cifra vicina al milione di euro. Conferme dall’Italia, dove emergono ulteriori dettagli: il giocatore resterà in prestito al Viitorul Costanza fino al giugno 2016, per poi approdare alla Fiorentina per la stagione 2016/17.

Tutto definito, nero su bianco, o almeno così sembrava. Nei giorni scorsi il portale rumeno Prosport ha lanciato la domanda: Ianis Hagi è stato davvero ceduto alla Fiorentina? La tesi è la seguente: il giovane figlio d’arte non è mai stato ceduto alla Fiorentina, ma all’Apollon Limassol, club cipriota gestito dal superagente israeliano Pini Zahavi. Un po’ come accaduto con un altro talento del Viitorul, Cristian Manea, per mesi dato come nuovo giocatore del Chelsea, mentre in realtà ha firmato proprio con la società di Cipro per poi trasferirsi ai belgi del Mouscron in prestito.

Sempre Prosport ipotizzava un coinvolgimento dei fondi d’investimento nelle due operazioni e Gheorghe Hagi, presidente e allenatore del Viitorul Costanza, nonché padre di Ianis, ha glissato sull’argomento preferendo non rispondere in modo chiaro. La questione sta tenendo banco in Romania e anche a Firenze e dintorni, poiché il futuro di Hagi interessa entrambe le parti in gioco, seppur con motivi diversi. Ecco allora che, tramite un comunicato stampa, il Viitorul Costanza ha fatto chiarezza sulla vicenda: “Nel 2014 la Fiorentina ha chiuso con noi un accordo per avere la prima opzione in caso di cessione del giocatore Ianis Hagi”. Dunque: nessun acquisto già definito, ma semplice corsia preferenziale qualora Hagi dovesse lasciare il proprio club. Al momento la situazione è questa, ma non sono esclusi nuovi sviluppi nelle prossime settimane.

Ti potrebbe interessare anche

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.