Viareggio Cup

La Fiorentina al Viareggio, terza puntata (1970-1979): poker viola, brilla Antognoni

1970 | Quarti di finale – Dopo la semifinale dell’edizione precedente, il Viareggio della Fiorentina s’interrompe già al secondo turno. Dopo aver eliminato il Bayern Monaco (2-0 e 1-1), i serbi del Partizan Belgrado vincono 1-0 ed estromettono dal torneo i viola. Ad aggiudicarsi il titolo è, per la terza volta, il Dukla Praga, che batte il Milan in finale.

1971 | Quarto posto – Prime fasi del torneo molto positive. Agli ottavi i viola eliminano i bulgari del CSKA Sofia, mentre ai quarti arriva un 2-1 per avere la meglio sulla Roma di un giovane Claudio Ranieri. In semifinale, però, l’Inter di Oriali e Bordon vince 1-0 e si prende la finalissima contro il Milan, battuto 2-1 grazie alle reti di Giavardi e Dioni. Ai viola non resta che la finale di consolazione, dove vengono sconfitti ai rigori dalla Juventus

1972 | Quarto posto – Altra finalina e altra delusione. Vittorie agili su Standard Liegi e Napoli, ma in semifinale il carrarmato Dukla Praga vince nettamente per 3-0, relegando nuovamente i viola alla finale per il terzo posto. I cecoslovacchi si regalano il quarto successo sconfiggendo l’Inter, mentre la Fiorentina perde 2-1 con il Boca Juniors. Tra i talenti che si mettono in mostra, da segnalare Vincenzo D’Amico nella Lazio, che poi vincerà lo scudetto con i biancocelesti due anni dopo, Gaetano Scirea nell’Atalanta, pluri-titolato con la Juventus e campione del mondo a Spagna ’82, e i viola Caso e Desolati.

1973 | CAMPIONE – Sette anni dopo il primo acuto viareggino, ecco che la Fiorentina ritorna a vincere. È la Fiorentina di Giancarlo Antognoni, Roggi, Desolati, Mattolini, Tendi, Rosi e Braglia. I viola, prima di giocare la finalissima, sconfiggono tre formazioni straniere: Dinamo Zagabria agli ottavi, gli ungheresi dell’Ujpest ai quarti ed infine gli inglesi del Crystal Palace (vedi video). La finale è una rivincita del 1967, poiché di fronte c’è di nuovo il Bologna, ma stavolta è la Fiorentina ad esultare al fischio finale. Nei tempi supplementari il versiliese Rosi segna il gol decisivo e i rossoblu, guidati da Pecci, Maldera e Colomba, devono arrendersi.

FIORENTINA: Mattolini, Tendi, Poli, Roggi, Pellegrini, Gritti, Braglia (Rosi), Restelli, Macchi (Novelli), Antognoni, Desolati.
BOLOGNA: Poggi, Mei, Canestrari, Montanari, Balboni, A. Maldera, Tremaglia, Posocco, Colomba, Pecci, Grop.
Rete: 8′ sts Rosi

1974 | CAMPIONE – Non c’è più Antognoni, ormai in pianta stabile con la prima squadra e proiettato verso una grande carriera, ma la Fiorentina riesce comunque a bissare la vittoria dell’anno precedente. Agli ottavi di finale doppia vittoria sugli ungheresi del Ferencvaros, poi ai quarti viene eliminata la Roma di Bruno Conti, Di Bartolomei e Rocca, che dopo l’1-1 dell’andata cede per 2-0 al ritorno. In semifinale servono i calci di rigore per avere la meglio sul FC Amsterdam. Nella finale dello stadio “Dei Pini”, i viola battono 2-1 la Lazio grazie ai gol di Rosi e Desolati, match winner nei supplementari. È il terzo Viareggio viola.

FIORENTINA: Mattolini, Rossi, Scannerini (Mancini), Gritti, Berni (Valesi), Prestanti, Restelli, Desolati, Bresciani, Rosi, Zottoli.
LAZIO: Avagliano (Rezzonico), Sambucco. La Brocca, Adato, Di Chiara, Rosati, Tripodi (Tinaburri), Borgo, Coletta (Chirra), Ceccarelli, Castellucci.
Reti: 39′ pt Coletta (L); 42′ st Rosi (F); 13′ sts Desolati (F)


1975 | Quarti di finale – Il torneo cambia formula e viene introdotta la fase a gironi. Le squadre in gara sono sempre sedici, ma divise in quattro raggruppamenti. La Fiorentina supera il turno da prima classifica, mettendosi dietro i tedeschi del Kickers Offenbach, Varese e FC Amsterdam. Ai quarti, però, la Lazio vince 1-0 ed elimina i viola. I biancocelesti poi perderanno in finale contro il Napoli.

1976 | Non partecipa – La Fiorentina dà forfait. Il torneo viene vinto dal Dukla Praga, che in finale prevale sul Milan.

1977 | Quarto posto – Nel girone eliminatorio i viola di Giovanni Galli, Sacchetti e Di Gennaro si piazzano al secondo posto, dietro alla Sampdoria e davanti a FC Amsterdam e Verona. Ai quarti di finale vittoria sull’Inter, poi nuova sconfitta contro i blucerchiati, che si aggiudicano il torneo vincendo contro il Milan al replay. La Fiorentina, invece, perde 1-0 la finale di consolazione contro il Perugia.

1978 | CAMPIONE – Un giovane Renzo Ulivieri porta la Fiorentina a conquistare il quarto titolo della propria storia. Ai gironi i viola si qualificano da primi, sopravanzando OFK Belgrado, i cinesi del Beijing Youth (vedi video) e la Sampdoria. Ai quarti di finale vittoria di misura sul Dukla Praga, quindi il portiere Paradisi è decisivo neutralizzando due penalty nella vittoria ai rigori ancora con l’OFK in semifinale. In finale un secco 4-0 liquida la Roma. Doppietta di Venturini, reti di Sacchetti e Domenichini.

FIORENTINA: Paradisi, Augusti, Zamprogno, Sacchetti, Carlotti, Innocenti, Bartolini, Masala, Crepaldi (25′ st Domenichini), Bruni, Venturini.
ROMA: Orsi, Berdini, Cardarelli (30′ pt Ciarlantini), Corsini, Sagramola, Morgante, Casaroli, Borelli, Giovannelli, Scarnecchia (dal 15′ st Pini), Ugolotti.
Reti: 25′ pt Venturini, 45′ Sacchetti; 13′ st Venturini, 27′ Domenichini

1979 | CAMPIONE – Quarto successo in sette anni. A guidare i viola c’è il brasiliano Nenè, scudettato nel 1969/70 con il Cagliari. Dopo aver concluso la fase a gironi dietro alla Roma e davanti a Mexico City e Wisla Cracovia, ai quarti di finale arriva la vittoria di misura sull’Inter, mentre in semifinale serve un 2-1 per superare la sorprendente Pistoiese. La finale contro il Perugia la decide Sacchetti, prestato per l’occasione dalla prima squadra di Carosi. La vittoria al Viareggio sarà il primo titolo di una stagione stupenda per i viola, che poi vinceranno anche campionato e coppa Italia di categoria.

FIORENTINA: Checchi, Augusti (35′ pt Salvadori), Sacchetti, Domenichini, Guerrini, Pellegrini (19′ st Magnanini), Bartolini, Masala, Sberveglieri, Donatini, Venturini.
PERUGIA: Ottavi, Baldacci, Tacconi, Cianetti (33′ st Graziani), Pin, Marchini, Vittiglio, Goretti, Redomi, Cocciari, Pradella.
Rete: 43′ pt Sacchetti


LEGGI ANCHE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.