La Nazione: il favoloso mondo di Diakhatè

Sull’edizione odierna de La Nazione troviamo un articolo a firma Angelo Giorgetti su Abdul Lahat Diakhatè, centrocampista classe ’98 attualmente in ritiro con la prima squadra viola a Moena. Ecco un breve estratto del pezzo:

“Scatta il rosso e la macchina rallenta, lo sguardo del guidatore si sposta sul vortice umano che ondeggia fra le panchine scansando gli estranei, o anche no: in mezzo agli ululati rimbalza un pallone, il calcio ha la precedenza, i confini invisibili del campo sono sacri. Sono un vortice quei ragazzini senegalesi che giocano in piazza Indipendenza, a Firenze, negli spazi di cemento fra i palazzi. Altro che San Siro, questa è vita. Lo sguardo del guidatore torna sul semaforo. Poi di nuovo sul mischione. Scatta il verde e la macchina accosta a destra, il guidatore arriverà più tardi al lavoro e saprà giustificarsi. Altri cinque minuti di partita sul cemento e l’uomo si avvicina a un ragazzino del vortice: quanti anni hai? «Tredici». «Ma come, sei del 1998»? «Fine dicembre». «Fatti accompagnare subito in Fiorentina dai tuoi genitori». Questa è l’incredibile storia di Abdou Lahat Diakhate, tesserato dai viola senza un provino su un campo di calcio: è bastata un’occhiata al semaforo, fra quelle panchine c’era una pepita e chi lavora nello staff giovanile viola ha saputo estrarla”.

Ti potrebbe interessare anche

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.