L’Inter di Vecchi, una vera bestia nera(zzurra): Primavera, sfata il tabù

Ogni squadra ha la sua bestia nera. Per l’Atalanta, ad esempio, è la Fiorentina e la semifinale di Sassuolo ha confermato il trend positivo dei viola contro i nerazzurri. Con le stesse gradazioni cromatiche, però, la situazione si ribalta quando di fronte ai gigliati c’è l’Inter di Stefano Vecchi. Perché da quando l’allenatore bergamasco siede sulla panchina del Biscione, la Fiorentina, tra finali scudetto, Viareggio e Coppa Italia, è sempre stata eliminata.

Una bestia nera…zzurra per i giovani viola, che in quattro circostanze hanno dovuto cedere il passo agli avversari: una in Coppa Italia, due volte al Viareggio e una nelle finali. Il primo precedente risale al dicembre 2014, quando la Fiorentina di Federico Guidi perse per 3-2 ai calci di rigore negli ottavi di finale di Tim Cup. La stagione seguente eliminazione ai quarti di finale della Viareggio Cup, con l’Inter che s’impose per 2-0 grazie ai gol di Correia e Zonta.

Trascorre un’altra annata e arriva la delusione più cocente, nella finalissima scudetto 2016/17, quando, ancora con Guidi in panchina, la Fiorentina cade 2-1 a Reggio Emilia contro l’Inter, con la vana rete di Sottil dopo i centri di Pinamonti e Vanheusden. Lo scorso 28 marzo l’ultimo precedente in un dentro o fuori, con la squadra di Bigica sconfitta ai tempi supplementari nella finale del Viareggio, con la rete di Sottil rimontata da Belkheir e Vergani.


LEGGI ANCHE

Primavera, la finale scudetto sarà (di nuovo) Fiorentina-Inter: le info per i biglietti

Carobbi tifa per la Primavera: “Gelosi del nostro scudetto, ma è l’anno giusto per abdicare”

Ti potrebbe interessare anche

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.