Pinto e Gori nel segno di Astori: la Primavera stende anche la Juventus

Lutto al braccio per entrambe le formazioni, che prima del calcio d’inizio si scambiano uan maglia e osservano in minuto di raccoglimento per ricordare Davide Astori. Parte forte la Fiorentina, che al 5′ colpisce una traversa con Gori su cross di Sottil. La reazione bianconera non c’è e la squadra di Bigica piazza un uno-due tra il 21′ e il 24′.

Pinto sblocca il match con un grande colpo di testa sugli sviluppi di un corner calciato da Valencic. Grande esultanza collettiva, con il difensore pugliese che alza al cielo e poi bacia la maglia di Astori. Il raddoppio è opera di Gori, che riceve da Sottil, entra in area e scarica un bolide mancino che colpisce la traversa e entra in rete.

Lo stesso Gori sfiora il tris in tuffo aereo prima dell’intervallo, poi tutti negli spogliatoi, con l’arbitro che fischia la fine del primo tempo mentre la Fiorentina stava attaccando. Grandi proteste, ne fa le spese mister Bigica, allontanato. Nella ripresa attacca forte la Juventus, ma Cerofolini è attento nel respingere prima su Del Sole e poi Fernandes. Ancora il portiere viola a dire no a Montaperto a metà frazione, poi nel finale altra traversa viola con Diakhatè su punizione.

Finisce 2-0 per la Fiorentina, che porta a undici risultati utili la serie positiva e sale a 40 punti in classifica. Viola sempre quarti a -4 dall’accoppiata Inter-Atalanta, ma a sole due lunghezze dalla Roma e a +5 su Genoa e Milan.

La formazione viola: Cerofolini; Mosti, Hristov, Pinto, Ranieri; Lakti (23′ st Faye), Diakhatè, Valencic; Sottil, Gori (41′ st Longo), Maganjic (32′ st Ferrarini). A disp.: Ghidotti, Dutu, Purro, Simonti, Toure, Gorgos, Meli, Marozzi.


LEGGI ANCHE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.