Primavera, i casi assurdi di Novara e Lazio: tra promozione beffa e Europa immeritata

La riforma del campionato Primavera avvenuta la scorsa estate ha trovato pareri positivi ovunque, anche sulle nostre pagine. Ma, alla luce di quanto sta emergendo al termine della prima stagione dei tornei Primavera 1 e Primavera 2, non possiamo non mettere in luce alcune gravi falle nel format adottato.

Partiamo dal caso più eclatante. Il Novara ha vinto meritatamente il girone A del campionato Primavera 2, conquistando sul campo il diritto di giocare il prossimo campionato Primavera 1. Una gioia effimera, perché la retrocessione della prima squadra in Lega Pro esclude automaticamente anche la formazione giovanile, che così sarà costretta a giocare nel campionato Berretti. Come si sarebbe potuto evitare una situazione del genere? Ampliando la riforma anche alle società di C, in modo da creare un’unica lega Under 19 su tre livelli. La promozione annullata del Novara finirà con l’avvantaggiare la finalista perdente dei playoff di Primavera 2, con una finale che opporrà le vincenti di Empoli-Ascoli e Cagliari-Bari.

E adesso arriviamo ad un paradosso che definire incredibile è riduttivo. La UEFA Youth League è certamente stata una piacevole novità all’interno del panorama calcistico, ma, per come è impostata, non è meritocratica. Un esempio? La Fiorentina vice campione e l’Atalanta semifinalista sono rimaste a guardare in tv Juventus e Napoli, rispettivamente arrivate ai quarti di finale scudetto e a metà classifica, in gioco solo grazie alla partecipazione della prima squadra in Champions League. E nella prossima stagione potrebbe accadere, come detto, l’incredibile, perché l’eventuale qualificazione in Champions della Lazio (due risultati su tre a disposizione per centrarla) porterà automaticamente in Youth League la Primavera biancoceleste, retrocessa in Primavera 2 con quattro giornate in anticipo.

Distorsioni del regolamento che non premiano quanto emerso dal campo e che legano a doppio filo il destino delle formazioni Primavera a quello delle prime squadre. Ecco perché sarebbe servita una riforma più profonda, che coinvolgesse anche la Serie C e modificasse l’accesso alla Youth League. Ma, come dice il proverbio, la gatta frettolosa fece i gattini ciechi…


LEGGI ANCHE

Dal Brasile, la Fiorentina offre un pre contratto a Marcello Deverlan del Corinthians

Giovanissimi B, una stagione da record: tutti i numeri dei viola di Orsini

Ti potrebbe interessare anche

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.