Primavera

Primavera, il grande giorno è arrivato

Stasera alle 20.30, presso lo stadio “Artemio Franchi” di Firenze, la finale di ritorno di Coppa Italia Primavera.

E arrivò il giorno tanto atteso. Poche ore ci separano dal calcio d’inizio del secondo atto della finale di Coppa Italia Primavera. Di fronte, per la quarta volta in stagione, Fiorentina e Lazio. I precedenti confronti danno ragione agli aquilotti, fin qui imbattuti, ma in novanta minuti può accadere qualsiasi cosa.
All’andata finì 3-1 per i biancocelesti, premiati dalla doppietta del chiacchierato Minala e dal rigore di Elez. La rete del momentaneo vantaggio viola porta la firma di Gondo. Un gol che, grazie alla spinta dei 5mila del Franchi, tiene accese le speranze di rimonta e di vittoria.
In casa viola c’è ottimismo e voglia di fare l’impresa. L’ultimo successo nella competizione manca da tre anni, quando Carraro e compagni sconfissero la Roma e festeggiarono il trofeo all’Olimpico. Tra i viola e la coppa c’è ancora una squadra della Capitale, e chissà che l’epilogo non possa essere lo stesso. Leonardo Semplici, concentrato come non mai a rifinire i dettagli del match, al Corriere dello Sport ha parlato chiaro: “Sappiamo cosa non ha funzionato all’andata e siamo pronti a rimetterci in corsa. Credo che la squadra abbia la forza per ribaltare il risultato dell’andata. Ho guardato bene i miei ragazzi: occhi e gambe dicono che possiamo farcela”. Gli fa eco il capitano Leonardo Capezzi, al rientro in campo dopo due turni di stop in campionato, intervistato venerdì da Radioblu (leggi l’intervista completa): “La squadra è pronta, sarà una partita difficile, ma proveremo in ogni modo a vincere”. L’allenatore viola ha convocato tutta la squadra per l’impegno, lasciando fuori gli squalificati Empereur e Fazzi, e gli infortunati Costanzo, De Poli e Lezzerini. La formazione è abbastanza scontata, anche se resta un dubbio in attacco, dove Gulin è in vantaggio sugli altri per affiancare Gondo e Bangu nel tridente.
A Formello l’appuntamento è sentito. La Coppa Italia, a livello Primavera, manca da 35 anni. La Lazio è campione d’Italia in carica e vincere un altro trofeo sarebbe un’ulteriore dimostrazione della bontà del lavoro svolto finora. Simone Inzaghi e i suoi ragazzi hanno tanta fiducia, consci che il 3-1 dell’andata rappresenta un vantaggio non indifferente. Così l’allenatore a Lazio Style Radio 100.7, media ufficiale della società biancoceleste: “Ci stiamo preparando bene. La Fiorentina ha due gol da recuperare, abbiamo un buon vantaggio ma incontriamo una squadra che giocherà bene, con il pubblico dalla sua. Dobbiamo stare attenti e far la nostra partita, cercando di fare gol per acquisire una maggiore tranquillità”. Inzaghi dovrà rinunciare a due pedine, cioè a Serpieri e Silvagni, entrambi squalificati. Inoltre, non avrà a disposizione Keita, rimasto a Roma con la prima squadra di Edy Reja. Al tempo stesso, però, recupera a tempo pieno Tounkara, già in campo novanta minuti nel match di campionato e confermato al centro dell’attacco. Unico dubbio della vigilia era la posizione in campo di Elez, alla fine confermato davanti alla difesa.
Probabili formazioni
FIORENTINA (4-3-3): Bertolacci; Venuti, Madrigali, Mancini, Zanon; Berardi, Petriccione, Capezzi; Gulin, Gondo, Bangu.
LAZIO (4-3-3): Strakosha; Pollace, Ilari, Filippini, Seck; Minala, Elez, Murgia; Lombardi, Tounkara, Crecco.

Come seguire la partita
IN TV: diretta su Raisport 1 (canale 57) a partire dalle 20.15
SUL WEB: diretta streaming sul sito di Raisport www.raisport.rai.it
IN RADIO: diretta su Radioblu (91.9 FM) a partire dalle 20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.