Primavera, male la prima: Fiorentina ko contro il Bologna, due espulsi e tanti errori

Male la prima per la Primavera di Alberto Aquilani. La squadra viola ha perso per 2-1 contro il Bologna nella prima giornata di campionato. Al “Bozzi” i rossoblu sorridono e strappano i tre punti grazie alla doppietta di Mattia Pagliuca, figlio dell’ex portiere di Inter, Bologna e Sampdoria Gianluca. Una partita con tanti, troppi errori da parte dei gigliati, che alla lunga hanno pesato nell’andamento della gara. Nel primo tempo al primo vero affondo gli emiliani passano in vantaggio, sfruttando uno svarione di Dalle Mura in impostazione: Pagliuca ne approfitta, evita Frison e supera Chiorra. La risposta viola non è convincente, con i tentativi a vuoto di Krastev e Pierozzi, mentre Chiorra deve compiere gli straordinari per disinnescare la punizione di Ruffo.

Nella ripresa gara ancor più in salita: secondo fallo da ammonizione di Dalle Mura, che dopo 58′ viene espulso lasciando la Fiorentina sotto di un uomo e di un gol. Ciò nonostante la squadra di Aquilani non perde la bussola e al 70′ riequilibra l’incontro con il destro da breve distanza di Pierozzi. Toci, all’esordio in viola come Gentile e Sersanti, può ribaltare la situazione, ma manda alto. E così all’85’ è il Bologna a riportarsi avanti: palla persa dai viola a centrocampo e rapido contropiede sulla sinistra, rasoterra al centro che Chiorra tocca ma non respinge, tocco a porta vuota di Pagliuca e palla in rete. Un gol che accende gli animi in casa gigliata, in particolare di Bianco, che all’88’ protesta eccessivamente venendo ammonito per la seconda volta e lasciando i suoi addirittura in nove.

La formazione viola scesa in campo: Chiorra; Neri, Frison, Dalle Mura, Ponsi (46′ Quirini, 87′ Sersanti); Bianco, Fiorini (46′ Milani), Krastev; Pierozzi, Spalluto (63′ Toci), Di Stefano (63′ Gentile). A disp.: Ricco, Chiti, Sacchini, Kukovec, Agostinelli, Corradini, Senè.

***SEGUICI SU INSTAGRAM!***

Ti potrebbe interessare anche

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.