Primavera, pesante ko contro la Sampdoria: classifica sempre pericolosa

Nella quattordicesima giornata del campionato Primavera 1, la Fiorentina di Alberto Aquilani perde per 4-2 contro la Sampdoria a Bogliasco.

Nel primo tempo entrambe le squadre creano molte occasioni, ma con una differenza sostanziale: la Sampdoria le concretizza tutte, la Fiorentina no. I viola si rendono pericolosi due volte con Munteanu, poi entrano nel frullatore blucerchiato, incassando tre reti in tredici minuti. La Samp passa in vantaggio al 13′ con Napoli sugli sviluppi di un calcio di punizione. Poi raddoppia con il tiro al volo di Siatounis da centro area al 18′, quindi sigla il tris con Di Stefano al 26′ dopo un assolo di Prelec.

La Fiorentina prova a reagire e colpisce una traversa con Fiorini su punizione: deviazione decisiva del portiere Zovko, poi battuto da Neri sulla ribattuta, ma in fuorigioco. La rete viola arriva al 34′ con Pierozzi, puntuale nel deviare in rete un assist di Neri. Gioia effimera, perché Giordano approfitta di un’eccessiva libertà in area e infila un ancora incolpevole Brancolini per il poker ligure. Prima dell’intervallo Spalluto ha l’opportunità di accorciare nuovamente, ma Zovko si oppone alla grande mantenendo il triplo vantaggio per i suoi.

Il copione della ripresa è facilmente intuibile: la Fiorentina attacca, la Sampdoria amministra. E ringrazia Zovko, autore di due grandi parate su Neri e Spalluto. A metà frazione entrambe le squadre restano in dieci uomini: espulsi per somma di ammonizioni prima Angileri e poi Fiorini (più che dubbio il secondo giallo). Al 73′ ecco la seconda rete viola: Bianco conquista un calcio di rigore che Spalluto trasforma spiazzando Zovko. Il portieri blucerchiato poco dopo impedisce a Chiti e Tirelli di proseguire una rimonta viola che non si concretizza.

La classifica resta critica, perché la Fiorentina non si muove dai margini della zona playout con 16 punti. I viola, però, hanno giocato due gare in più di chi oggi giocherebbe i playout, cioè Empoli (15 punti) e Torino (13), ed una in più della Lazio (10) virtualmente retrocessa. La formazione viola scesa in campo: Brancolini; Chiti, Fiorini, Frison; Milani (46′ Tirelli), Neri (84′ Amatucci), Corradini (69′ Favasuli), Bianco, Pierozzi; Munteanu (75′ Toci), Spalluto (84′ Sene). A disp.: Ricco, Giordani, Gabrieli, Gentile, Saggioro, Ghilardi, Falconi.

SEGUICI SU INSTAGRAM!

Ti potrebbe interessare anche

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.