cesena latina lazio vicenza
Primavera

Primavera, un poker per archiviare la pratica Latina: viola di nuovo al secondo posto

La Primavera di Federico Guidi torna a vincere e al secondo posto in classifica, grazie al successo per 4-0 contro il Latina al “Bozzi” di Firenze. Alcune novità di formazione nei viola, privi degli squalificati Chrzanowski e Diakhatè, così come di Castrovilli, e che vedono il debutto assoluto del polacco Dragowski in porta. In panchina Meli e Tourè, entrambi punti di forza degli Under 17.

La Fiorentina parte forte. Trovato chiama Rausa alla deviazione in corner, poi Mlakar colpisce il palo dopo una grande azione di Perez. Altra chance con Sottil, che calcia alto sopra la traversa. Il Latina si fa vedere sugli sviluppi di un corner con Rodriguez: decisivo Dragowski nel deviare il suo tiro ravvicinato. Di nuovo Mlakar pericoloso con un’incornata alta, poi partita che non regala né emozioni né gol fino all’intervallo.

Nella ripresa, Ranieri sfiora il palo con un tentativo dalla distanza, quindi si sblocca il match. Faye va via sulla sinistra, dal fondo serve Trovato che da due passi non sbaglia (61′). La Fiorentina sfrutta il momento positivo e raddoppia immediatamente con Perez (68′), bravo nel rubare palla in area e a punire di nuovo Rausa in uscita. Faye e Caso sfiorano il tris, che arriva grazie a Valencic (80′) sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Nei minuti finali Sottil chiude definitivamente il match (88′), finalizzando un contropiede iniziato da Caso.

Con questa vittoria la Fiorentina sale a 42 punti in classifica, agganciando la Sampdoria al secondo posto e staccando il Milan (40), grazie al pareggio tra rossoneri e blucerchiati nell’altro anticipo. La formazione viola scesa in campo: Dragowski; Scalera, Baroni, Pinto, Ranieri (29′ st Benedetti); Valencic, Militari (9′ st Faye); Perez, Trovato (24′ st Caso), Sottil; Mlakar. A disp.: Cerofolini, Ferigra, Illanes, Mosti, Gori, Meli, Tourè, Maganjic.