Under 17

Torneo Città di Arco, partite e avversari dei viola di Guidi

Il programma dei viola nel prestigioso torneo giovanile.

La 43ª edizione del Torneo Città di Arco – “Beppe Viola” è alle porte. Sedici squadre, della categoria Allievi Nazionali, da giovedì 13 si daranno battaglia per aggiudicarsi la prestigiosa competizione giovanile. Tra le partecipanti c’è anche la Fiorentina, alla ricerca di un successo che manda da ventiquattro anni, cioè dal 1990.  La concorrenza, però, è agguerrita e di valore. Nel girone A ci sono i campioni in carica dell’Hellas Verona, la Juventus, la Lazio vice-campione e la Rappresentativa della Lega Nazionale Dilettanti; difficile fare un pronostico, ma, considerando la stagione delle quattro squadre, il primo posto sembra essere un affare riservato a bianconeri e aquilotti. Nel girone B l’Inter parte un passo avanti rispetto a Napoli e Chievo, con la rappresentativa del Trentino vittima sacrificale. Discorso analogo per il girone C, in cui la Roma sembra in pole position, con Parma e Atalanta leggermente dietro e gli statunitensi del Weston nel ruolo della matricola sconosciuta. Infine, il girone D è quello della Fiorentina, che insieme al Torino cercherà di mettere i bastoni fra le ruote al Milan, decisamente la squadra più forte del raggruppamento, completato dai padroni di casa dell’Arco 1893. Per regolamento accede alla semifinale la prima classificata di ogni girone, quindi sarà importante non sbagliare niente.

Come accennato in precedenza, la Fiorentina ha vinto cinque volte il Torneo d’Arco (1976, 1982, 1987, 1989, 1990), arrivando per quattro volte al secondo posto e per due volte sul terzo gradino del podio. La squadra più titolata del torneo è il Milan con sei successi, seguito da viola, Juventus e Roma a quota cinque.
Tanti i calciatori che si sono messi in mostra al torneo con la maglia viola: nel 1987 Malusci, nel 1990 Amerini e Eddy Baggio, nel 1991 Flachi, nel 1992 Vigiani, nel 1993 Cristiano Zanetti, nel 1996 Brienza e Luigi Pagliuca, nel 2001 Biagianti, nel 2003 Luci, nel 2004 Di Carmine, nel 2008 Babacar, Camporese e Carraro.

CALENDARIO DEL GIRONE D
DATA
ORARIO
PARTITA
CAMPO DI GIOCO
13 MARZO
15:00
FIORENTINA – ARCO 1895
ISERA
MILAN – TORINO
AVIO
14 MARZO
15:00
ARCO 1895 – MILAN
RIVA, 2 GIUGNO
TORINO – FIORENTINA
ARCO, ROMARZOLLO SINTETICO
15 MARZO
15:00
FIORENTINA – MILAN
ARCO, ROMARZOLLO SINTETICO
TORINO – ARCO 1895
ROVERETO, FUCINE STORICO
GLI AVVERSARI DEI VIOLA DI MISTER GUIDI

MILAN – I rossoneri di Omar Danesi sono l’avversaria più temibile per i viola. Secondo in campionato a due punti di distanza dall’Inter, peraltro l’unica squadra contro cui ha perso, il Milan è la squadra con il miglior attacco e la seconda miglior difesa del girone B. Solitamente Danesi schiera i suoi con il 4-3-1-2. Tra i pali si alternano Aiolfi e Livieri. La difesa solitamente è composta da Turano a destra, Mondonico e Bonanni al centro, Cestagalli a sinistra; quest’ultimo è un grande uomo assist, paragonato a Santon per caratteristiche fisiche e tecniche. Davanti alla difesa c’è il boliviano Gamarra, affiancato da due tra Crociato, Papasodaro e Locatelli (classe ’98, centrocampista di quantità e qualità). Nel ruolo di trequartista c’è Mastour, talento non solo mediatico, mentre il tandem offensivo più gettonato è quello composto da Vassallo e dal figlio d’arte Casiraghi, che insieme hanno realizzato diciannove reti.

La rosa dei rossoneri:
PORTIERI: Aiolfi, Cavana, Livieri;
DIFENSORI: Bonanni, Cestagalli, Cossu, Erba, Garofoli, Masiero, Mondonico, Turano, Tripodi;
CENTROCAMPISTI: Bolis, Buongiorno, Crociata, Ferrari, Gamarra, Locatelli, Marinello, Papasodaro, Segre;
ATTACCANTI: Casiraghi, Maresi, Mastour, Meleleo, Miti, Vassallo.

TORINO – I granata di Andrea Menghini, nonostante la classifica deficitaria, sono una formazione da non sottovalutare. Nel girone A, infatti, il Toro occupa la sesta posizione, frutto di dieci vittorie, quattro pareggi e sei sconfitte; l’ultima di queste è arrivata domenica scorsa nel derby con la Juventus. Il tecnico Menghini è solito schierare i suoi con il 4-3-3. Tra i pali c’è Cizza. Come terzino destro si alternano l’azzurrino Caronte e Massa, sul fronte opposto troviamo Pasciuti, mentre al centro ci sono due tra Auriletto, Benassi e Rivoira. A metà campo, Canessa è il vertice basso, D’Orazio e Kouakou gli interni nel terzetto. In attacco attenzione al talento di Edera e Sabbioni, entrambi esterni offensivi molto dotati tecnicamente, mentre Gili è colui che guida il tridente.

La rosa dei granata:
PORTIERI: Cizza, Cucchetti, Gomis;
DIFENSORI: Auriletto, Benassi, Berrino, Caronte, Di Tanno, Guido, Massa, Origlio, Pasciuti, Rivoira;
CENTROCAMPISTI: Altavilla, Canessa, D’Orazio, Di Masi, Kouakou, Tindo, Zenuni;
ATTACCANTI: Candellone, Edera, Gallo, Gili, Jantet, Sabbioni.

ARCO 1895 – I padroni di casa sono la Cenerentola del torneo e, come ogni edizione, cercheranno di non sfigurare al cospetto di squadre professionistiche. Questa la rosa a disposizione dell’allenatore Stefano Manica:
PORTIERI: Awurumibe A., Calzà;
DIFENSORI: Avanzini, Broncini, Ciuraru, Ignaccolo, Leoni, Nardelli, Pedrotti;
CENTROCAMPISTI: Benini, Di Gregorio, Lombardo, Maffei, Ravenda, Rinaldi, Santoni;
ATTACCANTI: Awurumibe O., Demurtas, Etthairi, Garcia, Morelli, Nuredini, Rios.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.