Primavera

Una prodezza di Kukovec allo scadere e la Primavera batte anche il Milan

Il Milan parte forte, ma senza creare occasioni pericolose, così la Fiorentina ha il tempo per organizzarsi e colpire. Punizione di Maganjic dalla sinistra, Vlahovic salta più in alto di tutti e incorna il vantaggio (18′). I viola sfiorano il bis con Antzoulas (girata al volo respinta dal portiere) e per poco non propiziano l’autorete di Ruggeri. Il Milan tiene e pareggia con Sala (30′): cross di Barazzetta, Ghidotti non trattiene il tentativo di Tsadjout, ribattuta vincente del centrocampista rossonero.

Il pari scuote i gigliati, che sfiorano il nuovo vantaggio in almeno tre occasioni con Vlahovic. Il serbo prima vede negarsi il gol da un volo prodigioso di Soncin, poi viene anticipato sotto misura da Barazzetta, quindi spreca clamorosamente da pochi passi. Nella ripresa rossoneri più arrembanti e vicini al gol con Tsadjout in un paio di occasioni. Bigica prova a smuovere la situazione con le sostituzioni e viene premiato da Kukovec, che, all’85’, incrocia dall’interno dell’area un diagonale al volo imparabile per Soncin, su lancio di Gillekens dalle retrovie.

Al fischio finale è 1-2 e la Primavera riesce a dare seguito alla vittoria contro il Napoli, salendo a 31 punti in classifica e restando al terzo posto. La formazione viola scesa in campo: Ghidotti; Ferrarini (63′ Simonti), Gillekens, Antzoulas, Ponsi; Lakti, Beloko, Meli; Maganjic (63′ Kukovec), Koffi (79′ Hanuljak), Vlahovic. A disp.: Chiorra, E. Pierozzi, N. Pierozzi, Fiorini, Longo, Toure, Nannelli, Simic.


LEGGI ANCHE

(3) Commenti

  1. Giacomo dice:

    E intanto Zaniolo segna in serie A….

  2. Arcobaleni viola dice:

    Campionato di un livello imbarazzante, ampie praterie in mezzo al campo, ritmi bradipici e Bigica ben barricato che se la risolve su un lancio lungo e tiro a incrociare. Prima o poi la FIGC è il caso che ponga un freno a questo delirio di acquisizioni estere su un campionato che dovrebbe formare e non forma. Poca roba per i campionati maggiori. Fossi la società due domande messe in croce su qual’è l’obiettivo di un settore giovanile me le farei. Il vincitore vero di queste partite ? Corsi, 12 milioni incassati e via…..

    1. fiorenzo sacco dice:

      giusto, ma “qual è” meglio senza l’apostrofo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.