Esclusiva Primavera

Primavera, Fornero (ToroNext) presenta il Torino: “Una squadra equilibrata e che gioca a memoria”

Sabato (ore 11, Due Strade, diretta RaiSport) la Primavera di Federico Guidi scenderà in campo contro il Torino nel più classico dei confronti tra prima e seconda della classe. I viola guidano la classifica con 42 punti, a sei lunghezze (e una partita) di distanza ci sono i granata di Moreno Longo. Per conoscere meglio la formazione piemontese Cantera Viola ha interpellato Diego Fornero, profondo conoscitore del settore giovanile del Torino e che da anni cura un blog su di esso, Toro Next.
Come arriva il Torino allo scontro diretto con i viola di Guidi?
Dal punto di vista della rosa, non al meglio: mancheranno gli acciaccati Fissore e Danza, e Longo si troverà a dover fare qualche cambio rispetto alla formazione tipo. Sul morale, credo che le scorie dell’eliminazione dalla Viareggio Cup siano ormai smaltite, anche se, da questo punto di vista, il rinvio della sfida contro la Sampdoria non ha aiutato, perché sarebbe stato bello tornare finalmente in campo e dimostrare di stare bene anche sul rettangolo verde.
Guidi ha descritto la squadra granata come “una certezza”. Quali sono i punti di forza e gli elementi più interessanti della formazione di mister Longo?
Il principale punto di forza, quest’anno, non risiede nelle individualità ma nell’organizzazione di gioco conferita da mister Longo. Il Torino è una squadra che gioca “a memoria”, e che può puntare su un eccellente equilibrio tra i reparti. Le individualità più attese, ovviamente, non possono che essere Rosso, Morra e Graziano, che, come tutti sanno, sono fuoriquota e possono dare quell’esperienza in più che può rivelarsi determinante in questo genere di sfide, ma io mi aspetto tanto anche da Edera, che, con la sua fantasia, se nella giornata in giusta, può spaccare la partita in due.
La distanza in classifica tra le due squadre è di sei punti. Lo Spezia insegue, la Juventus è più staccata. Ti aspettavi un campionato con queste gerarchie?
Beh, tecnicamente lo Spezia ha agganciato il Torino, pur con una partita in più. La classifica, per lo stesso motivo, recita +6 per la Fiorentina, e spero che questo non possa essere motivo di ansia per i granata ma, anzi, un modo per restare ancora di più sul pezzo. Sicuramente lo Spezia è una bella sorpresa, forse avrei pronosticato qualcosa in più per la Sampdoria. Sulla Juventus, si ripete quanto visto nella passata stagione: a livello tecnico, prese le individualità, forse i bianconeri hanno qualcosa in più persino di Roma e Inter, ma l’organizzazione di squadra tende a mancare, anche se non sta a me individuarne un motivo.
All’andata finì 2-2, con i viola che pareggiarono in extremis. Che impressione ti ha fatto la Fiorentina in quella partita e in generale nel corso della stagione?
Nella Fiorentina ci sono ottime individualità, ma non si può negare l’apporto straripante conferito da giocatori come Gondo e Diakhaté che, anche a livello fisico, hanno molto di più rispetto ai coetanei. Credo che il primato dei viola sia meritato, perché, alla pari del Toro, hanno dimostrato di avere qualcosa in più del resto delle formazioni del girone, anche se mi sarei aspettato qualcosa di più dai ragazzi di Guidi a Viareggio, un torneo che, per definizione, dovrebbe vedere la Fiorentina tra i protagonisti assoluti.
Dovessi abbozzare una probabile formazione, quale indicheresti?
È una bella domanda: l’infortunio di Fissore complica i piani in difesa e potremmo vedere una formazione titolare con Bonifazi e Mantovani davanti a Zaccagno come coppia centrale, ma non è da escludere neanche la sorpresa Dalmasso. Longo dovrebbe comunque optare per il consueto 4-2-4 con Troiani e Procopio terzini, una mediana con Graziano e uno tra Proia, Thiao e Lenoci, ed il consueto quartetto offensivo con Edera e Rosso larghi e Morra e Lescano come coppia centrale. Ma attenzione ad eventuali sorprese…
Infine, pronostico secco.
Col cuore, considerato il 2-2 dell’andata e l’ultimo precedente, due stagioni fa, quando I granata furono beffati da Zohore e fu anche annullato loro un goal regolarissimo di Cristini, dico un segno 2. Ma non me ne vogliano gli amici viola…

STEFANO FANTONI
Follow @stefanto91

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.