Altre news

Spagna, Germania, Francia e Inghilterra: come funzionano le seconde squadre all’estero

La FIGC ha introdotto ufficialmente le seconde squadre in Serie C a partire dalla stagione 2018/19. Andiamo a scoprire, attraverso l’approfondimento de La Gazzetta dello Sport, come funzionano le cosiddette filial o reserves negli altri principali campionati europei.


SPAGNA – Al momento i 42 club professionistici hanno una seconda squadra, conosciuta come «Filial», che gioca nei vari campionati nazionali a seconda del livello raggiunto. Le seconde squadre non possono arrivare in Liga perché non possono mai competere nello stesso torneo della prima squadra.

GERMANIA – Dal 2014 le seconde squadre non sono più obbligatorie per ottenere la licenza in Bundesliga. E alcuni club le chiudono. Costi elevati, resa minima, spettatori pochissimi. La scelta di investire meno sulle seconde squadre (limite di età Under 23 con tre fuoriquota tra campo e panchina) è pure tecnica. Regolamento: la seconda squadra può arrivare fino alla 3a serie e deve restare due categorie sotto la prima.

FRANCIA – I club di Ligue 1 e Ligue 2 possono disporre di squadre di riserva, che possono salire al massimo fino al National 2, quarta serie. È un campionato di 64 squadre (4 gruppi da 16), in cui le riserve possono accedere solo per completare il numero necessario per permettere lo svolgimento regolare del torneo. E solo se il club di riferimento dispone dalla stagione precedente anche di un centro di formazione di categoria 1, classificato a livello federale di livello A o B, oppure di categoria 2, classificato a livello A. In pratica si tratta di tutti i club professionistici.

INGHILTERRA – È un campionato Under 23, con 12 squadre in prima divisione e 12 in seconda, con promozioni e retrocessioni. I 24 club rappresentano Premier (15) e Championship (9). Il vincitore della prima divisione è campione d’Inghilterra, gli ultimi due retrocedono. La prima della seconda divisione è promossa, mentre per l’altro posto si ricorre ai playoff. Le regole consentono di schierare in ogni partita un portiere fuoriquota, più altri tre «over».


LEGGI ANCHE

UFFICIALE: al via le Seconde Squadre in Serie C. Il comunicato della FIGC con tutte le novità

Seconde squadre in Serie C dal 2018/19: ecco come potrebbe essere la Fiorentina B

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.