Primavera

Primavera Tim Cup, le pagelle viola: Mosti e Cerofolini top, ma quanti bocciati

mosti

Le pagelle viola dopo Fiorentina-Virtus Entella, semifinale di andata di Coppa Italia Primavera (LEGGI LA CRONACA):

CEROFOLINI 7: festeggia la prima convocazione in nazionale (LEGGI QUI) con un’altra ottima prestazione. Incolpevole in entrambi i gol subiti, con tiri imparabili sia sul rigore di Di Paola che sul tiro di Zaniolo, sul momentaneo 1-2 tiene in corsa i suoi con tre grandi parate su Mota e Ganea.

MOSTI 7: dopo la rete decisiva contro l’Empoli, concede il bis e ancora una volta nei minuti finali, sempre su palla inattiva. Un gol che corona una buonissima prestazione, con attenzione e personalità nelle due fasi di gioco. Entra anche nell’azione del primo gol viola, con un cross preciso al centro poi giocato da Sottil e Hagi.

BARONI 5: stavolta il capitano viola stecca, commettendo tanti errori banali in anticipo e in marcatura. A partire dal rigore causato per una scivolata evitabile su Mota, che nella ripresa gli sfugge un paio di volte arrivando al tiro.

PINTO 5: anche lui soffre il continuo movimento di Puntoriere e soprattutto gli inserimenti di Zaniolo, che si libera con troppa facilità della sua marcatura in occasione del raddoppio biancoceleste. Nel primo tempo sfiora il gol con un colpo di testa, nella ripresa rischia di concedere il secondo penalty agli avversari franando su Mota.

RANIERI 6: partita tutto sommato sufficiente, con poche sbavature sul piano difensivo e qualche discesa interessante in attacco. Crossa al centro alcuni palloni insidiosi, che tuttavia non vengono sfruttati al meglio dai compagni.

MILITARI 6: discreto lavoro di filtro davanti alla difesa, dove duella con l’ex compagno di squadra Zaniolo. Mette sul rettangolo verde la consueta quantità e personalità, sradicando dai piedi avversari palloni preziosi. (dal 88′ TROVATO sv)

DIAKHATÈ 5.5: lo avevamo lasciato nel vecchio anno in netta crescita sotto tutti gli aspetti, lo ritroviamo nel nuovo autore di una partita opaca, con tanti errori sia in impostazione che in interdizione.

HAGI 6,5: non gioca la sua migliore partita da quando veste la maglia viola, però entra da protagonista in entrambi i gol viola e non è cosa da poco. Realizza con un tocco ravvicinato il momentaneo 1-1, poi da un suo corner preciso arriva il 2-2 di Mosti. Nel mezzo un calcio di punizione che sfiora l’incrocio dei pali.

SOTTIL 5,5: una gara da “vorrei ma non riesco”. Gioca un buon numero di palloni negli ultimi venticinque metri, ma al momento decisivo sbaglia sempre la scelta, optando per il passaggio quando servirebbe tirare e viceversa. Entra nell’azione del momentaneo 1-1, con un tocco di mano apparso involontario e successivo tiro respinto. (dal 64′ CASO 6: non al meglio fisicamente, entra subito in partita scaldando le mani a Saulys con un tiro da fuori, ripetendosi con una soluzione a giro)

PEREZ 5: nel primo tempo pattina sul campo di gioco, non riuscendo a stare in piedi e di conseguenza a esprimersi al meglio. Nella ripresa cambia fascia, ma neanche al sole trova il passo giusto per incidere. Troppo nascosto.

MLAKAR 5: solitamente si vede poco, ma quel poco basta per lasciare il segno. Stava per riuscirci anche oggi, con un colpo di testa a lato di poco. Poi nient’altro, perdendo praticamente sempre il duello con Casagrande o Da Silva. (dal 90′ GORI sv)

(1) Commento

  1. sei stato troppo generoso. Sono d’accordo solo su Cerofolini, gli altri almeno un voto in meno. Hagi 5.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.